Osa di più – Torrione Quattordio

Primi salitori: Cristian Candiotto in più riprese con Alessandro Beretta, Simone Limonta, Gabriele Midali, Armando Ligari 06/06/2023

Scheda di:
Area:
Gruppo:
Cima:
Stato:
Regione:

Cristian Candiotto
Prealpi Luganesi
Prealpi Comasche
Torrione Quattordio
Italia
Lombardia

Primi salitori: Cristian Candiotto in più riprese con Alessandro Beretta, Simone Limonta, Gabriele Midali, Armando Ligari 06/06/2023

Scheda di: Cristian Candiotto
Area: Prealpi Luganesi
Gruppo: Prealpi Comasche
Cima: Torrione Quattordio
Stato: Italia
Regione: Lombardia

Home | Nuove vie roccia | Via “Osa di più”

Al Torrione Quattordio di Valmadrera (Lombardia) la nuova via Osa di più.

Il racconto di Cristian Candiotto che al Torrione Quattordio di Valmadrera (Monte Moregallo, Monti lariani) in Lombardia ha aperto la via ‘Osa di più’, in più riprese ed insieme ai compagni di cordata Alessandro Beretta, Simone Limonta, Gabriele Midali e Armando Ligari.

Era il 1° di aprile quando con Alessandro Beretta mi sono portato all’inizio della cresta per iniziare a tracciare a ritroso una linea logica. Obiettivo: raggiungere la Torre all’uscita dal suo muro. Il buon Ale, cliente ed amico, mi segue sempre in queste idee che alle volte sembrano malsane, ma poi lasciano quel carico di avventura che anche lui desidera. Il terreno era avventuroso: scovavamo i passaggi, li rendevamo per quanto possibile sicuri, e via via procedevamo lungo la cresta. Alla fine di quel primo giorno di tentativi, mi sono reso conto che l’apertura di quelle linea non sarebbe stata una toccata e fuga.

Passato qualche giorno siamo tornati a Valmadrera, questa volta con Simone Alimonta. L’obiettivo questa volta era partire dal basso ed iniziare a chiodare i tiri. Il primo era uno zoccolo e come tale richiedeva il suo tempo per essere pulito. Ciò nonostante a metà mattina eravamo già pronti per attaccare il muro giallo ben visibile dalla valle.

Era davvero super, ma era chiaro la mia idea di creare una via per tutti stava sfumando già dai primi passi. A fine giornata ho chiuso il secondo tiro. Cotti da una giornata fredda ed intensa siamo scesi a valle soddisfatti, rimandando la chiusura del progetto al prossimo tentativo.

La difficoltà in questa linea è la pulizia della roccia, ma soprattutto la voglia di rispettare i passaggi storici delle vie esistenti creando una linea a goccia senza stravolgere la storia, ma donando una nuova gioventù alla Torre.

La Torre Quattordio infatti è stata solcata per le sue linee più agevoli già nel 1964 dalla via di Giorgio Tessari, Antonio Rusconi e Angelo Canali, che salendo il canale alla base a sinistra, segue poi la spaccatura per tutta la sua lunghezza fino in cima alla Torre con un percorso serpeggiante. A seguire è nata la via di Domenico Chindamo e Marco Valsecchi, sempre a sinistra, che risale un diedro evidente. Infine, nel 2004 Franco Tessari e Carlo Caccia hanno aperto una via completamente a destra.

Osa di più sale il Torrione Quattordio di Valmadrera (Monte Moregallo, Monti lariani) poi prosegue con una cavalcata in cresta.

Accesso generale: Da Valmadrera (Lecco) salire in auto fino alla frazione Belvedere (indicazioni per S.Tomaso). Parcheggio difficoltoso nei fine settimana (attenzione ai divieti lungo la strada).

Al Torrione Quattordio di Valmadrera

Sei interessato a ripetere con me questa esperienza? Contattami.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

guida alpina